APPROFONDIMENTI

Che regalo fare quando è davvero un regalo quello che vuoi fare? Quale sarà il regalo che un bimbo appena nato potrà portarsi dietro tutta la vita? Quello che non invecchia, non si rovina, non perde valore con il passare del tempo: parole. Ma quali parole? Cosa sono diventate le nostre parole? Oggetti di un gran circo ridicolo, grottesco.

Sputtanate, violentate, sporcate, le parole schizzeranno sulla scena tutti i significati bastardi e comici di quest’Italia senza vergogna e senza ribellione. A quel bambino rimarranno, dopo tanto ridere con l’acido sulla lingua, “canzoni dei vecchi che cantano solo i vecchi” a raccontare cosa è stato questo popolo prima che lui nascesse. E la “Ballata di Santa Libertà” a raccontare cosa sarà questo popolo appena deciderà di non farsi più insultare.

Musica suonata dal vivo durante lo spettacolo:
“Donna” testo e musica di M. Ferretti;
“Battan l’otto” canzone della tradizione popolare anarchica
“Cade l’uliva” canzone della tradizione popolare toscana
“La storia del 107” canzone della tradizione popolare anarchica
“La Ballata di Santa Libertà” testo di D. Spagnesi, musica di M. Licheri

I numeri: i dati citati nello spettacolo sono tratti da Ministero della Giustizia “rapporto sulla giustizia in Italia 2010”, Istat rapporti 2008-2010.

durata: 80 min. circa

Review Betfairclick here bonus

Ladbrokes check here

Revew WillHill Here 100% bonus
United Kingdom Free Bets Bookmakers